Pittura lavabile

Pittura lavabile

Quando si tinteggiano le pareti interne di un immobile bisogna fare in modo che le superfici siano resistenti allo strofinio e non attirino lo sporco e la polvere.
Nei locali come la cucina e il bagno, invece, dove bisogna fare i conti con la presenza continua di vapore acqueo, le superfici devono essere anche particolarmente resistenti all’umidità.
La soluzione può essere rappresentata  dall’utilizzo di una pittura lavabile. Infatti le pitture lavabili presentano buone caratteristiche di resistenza nel tempo, si applicano facilmente e non perdono il colore se strofinate con spazzole. Tuttavia è importante ricordare che pittura lavabile non vuol dire che il prodotto sia  facilmente smacchiabile.
Queste pitture sono invece sconsigliate per le superfici esposte alla luce diretta del sole o in condizioni di freddo, gelo e pioggia, ed è per questo che si usano più spesso per interni che per pareti esterne.

Caratteristiche delle pitture lavabili

Le pitture lavabili sono vendute in confezioni  dai 2 a 15 litri, in diverse tonalità di colore. Ne esistono anche di bianche, alle quali può essere aggiunto del pigmento colorato.
Solitamente si utilizzano diluendole in acqua, nella proporzione indicata sulla confezione del prodotto, e possono essere stese con pennello o a rullo.
Fondamentale è l’utilizzo di un prodotto di ottima qualità, perchè altrimenti si rischia che la vernice venga via non appena si tenta di lavare la superficie.
Una volta terminato il lavoro, il prodotto utilizzato può essere conservato fino a un anno e mezzo, sigillando accuratamente il contenitore.
Il costo di una confezione di buona qualità, nel formato più grande, si aggira intorno ai 45 – 50 euro a secchio. Il prezzo può variare per le pitture dai colori più accesi, in cui viene aggiunta alla base una certa quantità di pigmenti.

Come si puliscono le pitture lavabili

La pulizia avviene passando un panno umido su tutta la superficie della parete, in modo da rimuovere accuratamente tutto lo smog e la polvere accumulati e rendere di nuovo brillante il colore.
Questo sistema può essere usato anche per rimuovere le ditate e la fuliggine dei termosifoni.
In presenza di vere e proprie macchie, invece, come quelle di inchiostro o di olio, la pulizia risulta impossibile o quantomeno molto difficile.
Quindi si può capire come il lavaggio di una parete risulti un’operazione piuttosto complessa, tanto più che se si pulisce solo un tratto di superficie si creerà una zona di colore differente dal resto della parete.

fonte: www.lavorincasa.it

 

Come si applicano le pitture lavabili

Come dipingere il soffitto e le pareti della casa o del proprio ufficio? Meglio usare un colore piatto oppure una decorazione?

Il soffitto è sempre la prima parte che va imbiancata e questo per un semplice motivo legato alle possibili scolature sulle pareti che potrebbero crearsi man mano che si procede. Preventivamente è consigliabile spostare tutti i mobili fuori dalla stanza oppure al centro del locale stesso, purché venga ricoperto completamente con un telo di plastica che garantirà alle superficie di non sporcarsi di pittura. Terminata questa operazione, è consigliabile prendere un secondo telo (potrebbero servirne diversi) e coprire tutto il pavimento fissandone il perimetro con del nastro di carta in modo da evitare che, ad ogni spostamento della scala, esso si sposti lasciando dei punti non protetti.

Per dipingere un soffitto non troppo alto, si può adoperare il rullo con il bastone telescopico e procedere senza la scala. Per avere una maggiore visione della superficie sulla quale andrete ad agire, si può usare sempre il rullo o il pennello, avvicinandosi con l’aiuto della scala. Con il rullo, se non viene adoperato in maniera corretta, si sporcherà maggiormente che con la pennellessa. Ad ogni modo, una volta scelto quale strumento adoperare, ecco come procedere: Caricare rullo o  pennello e strizzare via la pittura in eccesso, quindi, partendo dal primo angolo cominciare a imbiancare il primo pezzo.

Allargarsi man mano sul primo lato fino a raggiungere l’angolo opposto.  Terminata la prima fascia, ci si può allargare man mano procedendo sempre nello stesso verso, avendo cura di non lasciare punti vuoti. Questo è un metodo abbastanza lineare e consentirà di non lasciare punti non dipinti, cosa che potrebbe accadere si iniziasse  da un punto centrale.  Terminata la prima mano, si può procedere con la seconda e, se necessario fatene una terza per coprire bene il colore sottostante.

Per dipingere soffitti e pareti generalmente vengono utilizzati colori chiari come il bianco, il giallino e il celeste molto chiaro per dare agli ambienti un aspetto ampio e luminoso.

Se il soffitto è molto alto e fa sembrare l’ambiente troppo vuoto e asettico, si ricorre a colorare l’intera superficie del soffitto con lo stesso colore delle pareti, oppure un colore leggermente più intenso. Al contrario, se il soffitto è molto basso o le pareti molto strette e l’ambiente non ha finestre, si tende a dipingere il soffitto con un colore più chiaro. Oppure si può creare un affresco trompe l’oeil per dare l’illusione di un ambiente più ampio.

Invece di un colore piatto, una soluzione efficace per avere un’ambiente originale e colorato è scegliere una decorazione murale H2art.

Ego e Opera sono due linee di decorazioni murali H2art,Con queste tecniche quindi si può decorare il soffitto con fregi geometrici, floreali, foto, scritte, disegni, riproduzioni d’arte, qualsiasi immagine suggerisce la fantasia.

Le decorazioni H2art Ego sono basate su una tecnica innovativa che permette di trasferire qualsiasi immagine direttamente sulle superfici porose: muro, legno, marmo, cartongesso etc. I pratici video tutorial sono utili per farsi un’idea della tecnica di applicazione.
Lo staff H2art prima di procedere con il decoro verifica anche la solidità della pittura presente sul muro, per assicurarsi di avere un ottima base ed evitare eventuali problemi durante la posa in opera.
I costi possono essere molto contenuti se si scelgono alcuni decori dal catalogo, abbinati con alcuni cicli vernicianti. Soluzioni più originali si ottengono dallo studio personalizzato dei soggetti, dalla complessità delle superfici da decorare (volte, colonne, soffitti molto alti), dalle dimensioni del decoro, dall’ uso di speciali protettivi ecc. Le decorazioni sono integrabili con malte, pitture decorative, resine e rivestimenti.

Richiedi un preventivo

H2art Ego è una nuova tecnica brevettata che permette di decorare superfici murali senza spessore, trasferendo i pigmenti di colore direttamente sul muro. Le decorazioni H2art si adattano a decorare anche muri curvi, spigoli e superfici complesse. La durata del colore è garantita per anni.
Leggi le risposte alle domante più comuni sulle decorazioni H2art

H2art Opera invece è la nuova linea di prodotti “pronti all’uso”, degli affreschi su rete pronti da incollare sulla parete. Anche questi sono personalizzabili con immagini su richiesta dei clienti.
Le decorazioni H2art Opera sono facili da applicare anche in modalità fai da te, vengono spediti a domicilio in comodi rotoli. I decori opera possono essere applicati a rilievo sulla parete oppure “incassati” nell’intonaco.
È possibile richiedere decori su misura, e immagini personalizzate su richiesta, tuttavia per H2art Opera è consigliata come dimensione massima 100×200 cm.
Anche per la linea Opera si può scegliere un decoro dal catalogo on line o richiedere un’immagine personalizzata.

Se vuoi saperne perché le decorazioni H2art sono migliori di una semplice pittura colorata, dai un’occhiata a questi link:

Trova il punto vendita H2art più vicino

 

Google Plus – Chiara Spada

Print Friendly
Ti è piaciuto l'articolo?
Vuoi vedere altri nostri lavori? Clicca qui!

Lascia un Commento


+ 6 = otto

SCEGLI UNA DI QUESTE IMMAGINI E IMPOSTALA COME SFONDO:

Natura

Tessere

Mare

Primavera

City