Pavimenti e pareti in resina personalizzati

Pavimenti e pareti in resina personalizzati

Nate per utilizzi industriali, le resine hanno conquistato negli ultimi anni un ruolo di primo piano anche in ambito residenziale, dove sono sempre più utilizzate anche per il rivestimento e la decorazione delle pareti. E questo per i numerosi vantaggi che presentano.

Nella sua versione più classica, il rivestimento in resina ha un aspetto simile a quello del cemento, rispetto al quale ha peso e spessore notevolmente inferiori. Tra i vantaggi principali ci sono: resistenza all’usura, lunga durata, manutenzione ridotta e possibilità di personalizzare le superfici con motivi ornamentali o particolari decorazioni in rilievo.
Gli spessori sono ridottissimi (soltanto 1-3 mm) e, cosa più importante, la superficie rivestita in resina – pavimento o parete – risulta uniforme e omogenea, senza fughe né giunture. Non attira polvere e microorganismi.
Le resine sono anche impermeabili, caratteristica che può anche essere rinforzata con trattamenti specifici: motivo per cui questi rivestimenti sono molto adatti anche in ambienti umidi come bagni, docce, piscine e saune, dove evitano di conseguenza la proliferazione di muffe e la formazione di batteri.

IN CUCINA – La resina è un’ottima alternativa alle piastrelle per rivestire, per esempio, la parete dietro il lavello o tutta l’alzata tra basi e pensili. Grazie alla sua resistenza all’acqua e all’umidità la superficie è infatti lavabile e molto funzionale. La finitura, che può essere lucida, opaca, permette a seconda dei casi di mimetizzare o evidenziare una zona della cucina. Questo tipo di rivestimento non crea nessun problema in caso di vicinanza con il piano cottura.

IN BAGNO – Anche in quest’ambiente le resine sono molto adatte per pavimenti e pareti in alternativa alle piastrelle: qui vengono sfruttate al meglio le caratteristiche di igienicità, impermeabilità e facilità di pulizia del materiale. In bagno la resina si può utilizzare anche per altre superfici verticali o orizzontali, come per esempio per rivestire il top del lavabo, le pareti della vasca o anche i sanitari.

Fonte: Cose di casa

 

Cos’è la resina e come si utilizza? Quali sono le sue caratteristiche?

La resina artificiale e’ un prodotto polimerico, un composto viscoso formato da una base e da un indurente in grado di riprodurre caratteristiche simili a metalli, pietre, cemento.
I pregi di questo materiale sono innumerevoli: impermeabilità, resistenza, facile manutenzione, uniformità, spessore ridottissimo. Queste caratteristiche ne permettono una varietà nell’applicazione che spazia dai pavimenti di soggiorni, camere da letto, bagni, cucine, ai top dei piani di lavoro, alle pareti.

Insomma, le soluzioni sono molteplici e caratterizzate una resa sempre diversa grazie alle combinazioni di colori e fantasie che se ne possono ricavare.

Una corretta posa in opera del materiale prevede, un’iniziale preparazione del sottofondo tramite una accurata pulizia del pavimento sottostante, se presente, reso ruvido tramite particolari trattamenti che agevolano l’aggrappaggio della finitura in resina. In caso invece di diretta stesura il massetto deve essere ben livellato e privo di imperfezioni, per effettuare la successiva stesura con rulli. Si può ottenere la classica finitura opaca simile al cemento industriale, oppure imitare l’effetto marmo o pietra, infine realizzare miscele metalliche, o superfici monolitiche con effetti di spatolatura.

La resina è resistente all’usura, facile da pulire, molto indicata per abitazioni, showroom, negozi,  uffici e locali ad alto calpestio.

Le possibilità di personalizzazione sono molto varie: la sua composizione chimica che permette di imitare altri materiali rende possibile una ampia gamma di soluzioni. Invece del classico colore uniforme, molto usato in ambienti dall’arredamenteo minimal, con H2art è possibile personalizzare le superfici con decorazionidisegni, fissare oggetti a basso spessore o altro e quindi includerli in un ulteriore strato in resina epossidica autolivellante trasparente che ha la funzione di strato protettivo e di calpestio.

Ecco un esempio di  quello che si può fare anche in ambienti estremamente umidi con la resina ed H2art:

Se vuoi saperne di piú sulle nostre pitture, se vuoi sapere perché le nostre decorazioni sono migliori di una semplice pittura, dai un’occhiata a questi link:

Google Plus – Chiara Spada

Print Friendly
Ti è piaciuto l'articolo?
Vuoi vedere altri nostri lavori? Clicca qui!

Lascia un Commento


7 + quattro =

SCEGLI UNA DI QUESTE IMMAGINI E IMPOSTALA COME SFONDO:

Natura

Tessere

Mare

Primavera

City