Marmo decorato

Marmo decorato

Il marmo è una roccia metamorfica composta prevalentemente di carbonato di calcio (CaCO3).

Il marmo si forma attraverso un processo metamorfico da rocce sedimentarie, quali il calcare o la Dolomia, che provoca una completa ricristallizzazione del carbonato di calcio di cui sono in prevalenza composte e danno luogo ad un mosaico di cristalli di calcite o di dolomite (minerale). L’azione combinata della temperatura e la pressione, durante la trasformazione della roccia sedimentaria in marmo, porta alla progressiva obliterazione delle strutture e tessiture originariamente presenti nella roccia, con la conseguente distruzione di qualsiasi fossile, stratificazione o altra struttura sedimentaria presenti nella roccia originaria.

L’operazione principale che avviene nelle cave è l’estrazione; quest’ultima ha subito un’evoluzione dovuta principalmente alla scoperta di nuovi materiali in grado di incidere con maggiore efficacia e precisione il marmo.

Il marmo è un materiale naturale il cui uso da parte dell’uomo per l’edilizia è vecchio quanto la sua storia. Splendente, lucido, con venature, colori ed effetti particolari, il marmo ha caratteristiche ineguagliabili di solidità e durata, ma per altri versi è anche molto fragile e delicato. Questo materiale viene impiegato nell’arredamento di casa, sia come materiale di costruzione, ad esempio di pavimenti e scale, che per gli arredi, come il tavolo o il piano cucina, piani per il bagno, camini, arredi per esterno come vasi e fontane.

Il marmo è da sempre considerato un materiale pregiato, ma presenta caratteristiche fisiche e tecniche che lo rendono delicato, quindi questo materiale dovrebbe sempre essere trattato con prodotti specifici per renderlo meno poroso e meno sensibile alle macchie.

Il colore del marmo dipende dalla presenza di impurità minerali (argilla, limo, sabbia, ossidi di ferro, noduli di selce), esistenti in granuli o in strati all’interno della roccia sedimentaria originaria. Nel corso del processo metamorfico tali impurità vengono spostate e ricristallizzate a causa della pressione e del calore. I marmi bianchi sono esito della metamorfizzazione di rocce calcaree prive di impurità. Il marmo

Il marmo dona un particolare effetto di luce alle superfici, che appaiono così lucide e quasi riflettenti. Il colore e le venature cambiano a seconda della tipologia e della provenienza del marmo stesso, così come ne varia il prezzo. Le gamme di colori che può offrire il marmo vanno da quello bianco (utilizzato in passato per le sculture dai grandi artisti e di cui è un esempio sublime il famosissimo marmo di Carrara), a quello rosa, a quello bianco, rosa e porpora su fondo nero dell’Africa, fino alle venature rosse del marmo algerino e tunisino.

E’ consigliabile, quando si deve rivestire ad esempio un pavimento o un piano di lavoro con il marmo, acquistarne una quantità maggiore di quella strettamente necessaria, poiché per riparare eventuali danni, potrebbe risultare quasi impossibile trovare un marmo con venature identiche a distanza di tempo.

Il marmo esteticamente dà un senso di robustezza e solidità, nonché una brillantezza davvero particolare; per chi ama l’antichità e l’effetto delle pietre naturali, è praticamente il materiale migliore.

Ecco solo alcune delle tipologie, diciamo le principali e più celebri, presenti sul mercato e impiegate nel mondo dell’arredamento e dell’edilizia:

  • Marmo arabescato
  • Marmo botticino
  • Marmo di Candoglia
  • Marmo di Chiampo
  • Marmo di Carrara
  • Marmo occhialino
  • Marmo di Vezza
  • Marmo serpentino
  • Marmo di Trani
  • Perlato Royal Coreno
  • Perlato di Sicilia o Custonaci
  • Rosso Levanto
  • Portoro

Scegliere un materiale come il marmo per realizzare alcuni elementi della propria casa, comporta una serie di vantaggi ma anche alcuni evidenti svantaggi.

Intanto il marmo è un materiale naturale e pregiato, che dona quindi una certa qualità a pavimenti e/o arredi; il suo aspetto dona luce e lucidità alle superfici, dà un senso di solidità e sicurezza, come le rocce da cui deriva, e resiste appunto agli urti e anche ai graffi, oltre a ricordare esteticamente la solennità delle grandi opere di artisti e architetti del passato.

Spesso è anche trattato con prodotti impermeabilizzanti e quindi non risulta così poroso da trattenere le macchie, ma nonostante questo si sporca e si impregna facilmente; quindi la pulizia e la cura che bisogna dedicarvi devono essere costanti e accurate.

Esteticamente e al tatto, il marmo soprattutto nei pavimenti, può creare un senso anche di freddezza esteriore, di freddo vero e proprio nella stagione invernale ma di fresco nella stagione estiva. Tuttavia il senso di freddo, esteticamente, può essere attenuato utilizzando tappeti caldi e accoglienti, che ben si interscano visivamente con le venature e i motivi del marmo scelto. Un’alternativa valida ai classici e polverosi tappeti, è quella di decorare il marmo con immagini personalizzate che “scaldano” l’atmosfera.

Con H2art è possibile realizzare disegni PERSONALIZZATI e su misura. I pigmenti di colore si trasferiscono direttamente nei pori del marmo.

Ecco un esempio di marmo decorato con questa tecnica:

Marmo decorato

Marmo decorato

I costi possono essere molto contenuti se si scelgono alcuni decori dal catalogo, H2art Ego è una nuova tecnica brevettata che permette di decorare superfici murali esterne senza spessore, trasferendo i pigmenti di colore direttamente sul muro. Le decorazioni H2art si adattano a decorare anche superfici curve, spigoli e forme complesse. Opportunamente protetti, i decori resistono agli agenti atmosferici, all’umidità e al sole. La durata del colore è garantita per anni.
Leggi le risposte alle domante più comuni sulle decorazioni H2art

 

Vuoi saperne di pù sulle decorazioni H2art?

Trova il punto vendita H2art più vicino

 

Google Plus – Chiara Spada

Print Friendly
Ti è piaciuto l'articolo?
Vuoi vedere altri nostri lavori? Clicca qui!

Lascia un Commento


− 2 = cinque

SCEGLI UNA DI QUESTE IMMAGINI E IMPOSTALA COME SFONDO:

Natura

Tessere

Mare

Primavera

City